Menu Chiudi

Spiaggia La Pelosa, Stintino

la pelosa spiaggia sabbia bianca

Spiaggia La Pelosa, viale La Pelosa, Stintino (SS)

La Spiaggia La Pelosa a Stintino è una delle spiagge più conosciute della Sardegna ed una delle più belle nel nord dell’isola. Sabbia bianca finissima, mare cristallino, diverse isolette attorno che riempiono il panorama, stupenda!
Unico difetto? È sovraffollata, per questo a partire dal 2020, nel periodo dal 1° luglio fino al 30 settembre l’accesso è possibile solo su prenotazione e riservata ad un numero massimo di 1500 persone al giorno.

Le autorità hanno deciso questa stretta perché l’alto numero di persone che la frequentavano rischiava di portare via un granello alla volta la sabbia dall’arenile. Da qualche anno vige l’obbligo (attenti alle multe) di portare con se una stuoia da mettere sotto l’asciugamano e quello di risciacquarsi i piedi alle fontanelle prima di andare via, entrambe le norme per tutelare la sabbia della spiaggia della Pelosa e le sue dune.

La spiaggia è lunga circa 300 metri, sul lato sinistro, ci sono degli scogli, superati i quali si arriva in una caletta chiamata “Pelosetta”, un tempo unita alla spiaggia principale, ora separata a causa dell’erosione che ha portato via la sabbia. Ci sono numerosi accessi alla spiaggia. Direttamente dalla strada principale delle passerelle in legno attraversano le dune e portano nei diversi punti della spiaggia della Pelosa. Sono presenti due bar alle due estremità della spiaggia.

Spingendosi oltre la caletta della Pelosetta a nuoto o camminando lungo costa si può raggiungere un piccolo isolotto (Isola della Pelosa) sul quale è presente una torre di osservazione aragonese, la Torre della Pelosa. La Torre della Pelosa è uno dei soggetti più fotogenici e fotografati della zona, soprattutto come sfondo alla spiaggia bianca ed al mare azzurro.

Davanti alla spiaggia ci sono due isole, una molto bassa, a circa 500 metri di distanza che si chiama isola Piana. Subito dietro c’è un’altra isola molto più alta, L’Asinara. In passato sede di un carcere di massima sicurezza, attualmente di un Parco Nazionale e di un’AMP Area Marina Protetta delle quali parleremo in articoli più specifici. Dalla spiaggia La Pelosa, nelle giornate limpide è possibile vedere le coste della vicina Corsica.

Il fondale è sabbioso, molto basso vicino alla spiaggia tende a salire laddove finisce il tratto sabbioso ed iniziano le praterie di posidonia, le parti nei dintorni dell’isolotto della pelosa sono soggette a correnti durante i cambi di marea, fare attenzione in caso di bambini con materassini.

La Pelosa, come prenotare

Nel sito del comune è possibile trovare le indicazioni per prenotare.
Il sito www.lapelosastintino.com è tornato online* ed è quello ufficiale per effettuare le prenotazioni. La tariffa d’ingresso è di 3,50€ a persona sopra i 12 anni, i bambini entrano gratis (prezzi estate 2021). I servizi della spiaggia quali docce e bagni sono compresi nella prenotazione. L’eventuale parcheggio si paga invece separatamente.
*Quando abbiamo redatto l’articolo, il sito web per la prenotazione: www.lapelosastintino.com era offline.

Come arrivare

Mezzi pubblici: collegata al centro di Stintino con le linee urbane. La spiaggia La Pelosa è inoltre raggiungibile con dei servizi navetta che partono da Porto Torres, Sassari e Alghero.
Beach bus: esiste un servizio navetta stagionale privato, rivolgersi qui.
Auto: c’è una sola strada che porta a Stintino, la SP 34 che parte dalla località di Pozzo San Nicola, si raggiunge da Porto Torres, da Sassari e da Alghero sempre via Porto Torres.

Da Pozzo San Nicola si procede verso Nord rimanendo sulla strada principale, si supera il centro abitato, e seguendo le indicazioni si continua sula strada principale costeggiando il mare. La spiaggia della Pelosa è alla fine della strada, non si può sbagliare.
Bicicletta: è presente una pista ciclabile che parte da Porto Torres e raggiunge la spiaggia della Pelosa, a partire da località Tonnara Saline procede parallelamente alla sp34 per un breve tratto poi se ne allontana per seguire un percorso panoramico lungo la costa che attraversa il centro abitato e si ricongiunge subito dopo lo stesso alla sp34, continuando poi fino alla spiaggia della Pelosa.

Caratteristiche

Orientamento: La spiaggia è orientata principalmente verso nord-est, ma siccome forma una specie di gobba, la parte a destra è orientata a est, la parte a sinistra a nord.
Composizione: sabbia.
Fondale: sabbioso, alghe lontano dalla riva, scogliera a destra e a sinistra.
Zone d’ombra: no, solo nei bar

Servizi

  • parcheggio a pagamento
  • noleggio ombrelloni e lettini
  • webcam
  • mezzi pubblici
  • toilette
  • bar
  • doccia

Info pesca

La zona non è all’interno del parco dell’Asinara, quindi sarebbe possibile pescare, in realtà la spiaggia è talmente frequentata da rendere impossibile la pesca subacquea. Si possono comunque effettuare delle stupende escursioni di snorkeling. I pesci più comuni sono le occhiate, i saraghi e le orate, se si ha un po’ di fortuna è possibile incrociare i barracuda. Con la canna è possibile fare surfcasting durante la notte o al di fuori del periodo estivo.

Note

Come in tutte le spiagge di Stintino, anche qui è vietato fumare fuori dalle zone apposite (vedere la cartellonistica in proposito).

C’è uno stretto regolamento relativo alla spiaggia che, ad esempio, vieta di fumare o di introdurre animali, nelle passerelle sono presenti dei cartelli che spiegano tutti i divieti e le norme da rispettare, di nostro ricordiamo di portare la stuoia da mettere sotto l’asciugamano, fate comunque riferimento al link sopra e ai siti istituzionali per il regolamento aggiornato.

Ti è piaciuto l’articolo Spiaggia La Pelosa, Stintino? Lasciaci un commento o contattaci per segnalarci aggiunte o errori

Articoli recenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *