Menu Chiudi

Spiaggia di Cala del Burantino, Alghero

spiaggia della cala del burantino nel 2005

Spiaggia di Cala del Burantino, SP 105, Alghero

La Spiaggia di Cala del Burantino o Cala del Burantì è una piccola caletta molto suggestiva sulla strada Alghero-Bosa.

Il mare davanti alla cala del Burantino è caratterizzato da un fondale sabbioso e da acque trasparenti turchesi e azzurre. La spiaggia è molto bella e riservata o meglio sarebbe, in quanto quando siamo andati a visitarla (ottobre 2021) la spiaggia del Burantino non esisteva più. Ad ogni modo in attesa della mareggiata che ricostruirà la spiaggia, la sabbia nei fondali davanti alla e spiaggia rende l’intera cala un paradiso turchese. In estate molti bagnanti arrivano con le barche dal vicino porto di Alghero per passare la giornata al mare ormeggiando lì davanti.

Come abbiamo scritto sopra purtroppo la spiaggia è sparita, un peccato, perché nonostante le difficoltà a raggiungerla la spiaggia meritava e tanto. Più avanti nell’articolo troverete delle foto satellitari che confrontano l’impietosa situazione attuale con i fasti del passato. In ogni caso chiarito che in questo momento la spiaggia non esiste, spiegheremo come arrivarci via terra, magari per fare una bella passeggiata in una giornata di primavera.

Cala del Burantino, breve storia

Intanto un breve escursus storico che racconta le attuali difficoltà a raggiungere la spiaggia. La spiaggia in passato è sempre stata accessibile; come potrete accertare chiedendo a qualsiasi algherese che sia stato bambino negli anni ’90 o prima. Ci sono due strade per arrivarci, entrambe private, un tempo erano chiuse da dei cancelli che durante l’estate venivano lasciati aperti o erano facilmente scavalcabili, grazie ad una sorta di scaletta fatta con dei blocchetti che consentiva di superare agevolmente uno dei pilastri del cancello stesso.

Nelle foto satellitari qui sopra si può vedere l’evoluzione della spiaggia di Cala Burantì nel tempo.
In quelle qui sotto, un vecchio scatto della spiaggia e due foto del 2021 che evidenziano la sparizione della spiaggia

Attorno ai primi anni 2000 i due proprietari delle strade di accesso, decisero di chiudere gli accessi mettendo dei cancelli più alti. Da allora la questione è salita ogni tanto all’onore delle cronache, purtroppo più in campagna elettorale, con tentativi più a parole che nei fatti da parte dei vari candidati a sindaco di sbloccare la situazione. Più a parole che nei fatti perché la cassazione si è già pronunciata in passato riguardo a casi simili, decretando che non può essere chiusa una strada se consente l’accesso ad un bene pubblico come una spiaggia anche se privata, troverete la sentenza nelle note a fondo pagina. Chissà che non torni utile al prossimo candidato sindaco di Alghero.

Cala Burantino, la spiaggia com’era

Nei periodi di maggiore estensione dell’arenile, alla spiaggia principale, larga circa 50 metri si affiancavano due calette, una subito a sinistra, una seconda sulla destra sotto la palazzina più a nord.

Durante la nostra visita a ottobre 2021 di queste spiagge rimaneva veramente poco, pochi metri quadri di sabbia nella spiaggia principale, sassi e ciottoli nella caletta di destra.

Ad ogni modo durante l’estate molti natanti sono soliti sostare nell’area davanti a Cala Burantino. Grazie alla sabbia il fondale assume uno stupendo colore azzurro. Dato il grande numero di barche si consiglia di prestare la massima attenzione mentre si nuota o si fa snorkeling.

Non ci sono strade, come arrivo al Burantì?

Come abbiamo detto prima, seppure non accessibili le due strade chiuse dal cancello sono visibili facilmente da Google Maps e sono entrambe lungo la SP 105 Alghero-Bosa. La prima è poco dopo il km 5, la seconda si raggiunge seguendo il muro della base militare di Poglina, il cui accesso è al km 6,500. Siccome però andando a scavalcare cancelli e recinzioni, oltre al rischio di farvi male rischiate di litigare con i proprietari compromettendovi la sosta in spiaggia; in attesa che i cancelli vengano aperti vi suggeriamo un terzo sentiero, che non passa in nessun terreno privato ma costeggia il mare che fa parte del demanio pubblico. Continuate a leggere.

Percorso lungo la costa per arrivare a Cala Burantino

Il sentiero è sulla strada SP 105 Alghero-Bosa, venendo da Alghero, attorno al km 3, poco prima di una curva che va verso sinistra e fa allontanare la strada dal mare troverete sempre sulla sinistra una piazzola, lasciate lì l’auto, attraversate la strada, imboccate il sentiero e seguitelo verso sud costeggiando il mare. Il percorso è abbastanza semplice ma in alcuni punti ci sono dei passaggi a picco sulla scogliera, quindi è sconsigliato percorrerlo con bambini piccoli. Per arrivare fino a Cala Burantì servono circa 45 minuti di camminata, dopo poco l’inizio il sentiero si restringe e si allontana di poco dal mare. Si può seguirlo grazie a delle pile di sassi che indicano il percorso. Nelle note troverete il link del percorso tracciato su Wikiloc.

Si consigliano i pantaloni lunghi data la presenza di alcune piante spinose e di alcuni tratti in cui il sentiero si restringe in mezzo ai ginepri. Ad un certo punto del percorso si trova una palazzina circondata da un recinto che si può aggirare sul lato sinistro. Dopo la casa si supera un piccolo avvallamento (alla fine del quale era situata la caletta di destra) e si arriva davanti ad una cava abbandonata di blocchetti di arenaria, molto suggestiva. Sorpassata la cava saremo arrivati davanti alla spiaggia del Burantì.

Come arrivare

Mezzi pubblici: La zona è servita dalla linea di collegamento tra Alghero e Bosa
Auto: Da Alghero si seguono le indicazioni per Bosa, l’ingresso via terra descritto è al km 3
Bicicletta: Come in automobile.

Caratteristiche

Orientamento: la spiaggia guarda verso ovest
Composizione: sabbia gialla, al momento della nostra visita non c’era spiaggia
Fondale: medio basso, sabbia e scogli vicino a riva, sabbia allontanandosi dalla costa
Zone d’ombra: no, nessuna

Servizi

  • parcheggio gratuito
  • mezzi pubblici

Info pesca

La spiaggia e la zona circostante non rientrano in un area marina, la pesca è quindi consentita.
Sul lato sinistro della spiaggia è presente una base militare sul promontorio di Poglina, riconoscibile per la torre di avvistamento aragonese e per il piccolo isolotto prospiciente. Le indicazioni segnalano che la zona di mare antistante potrebbe essere utilizzata come poligono per armi di piccolo calibro, si consiglia di informarsi meglio riguardo alle eventuali restrizioni per balneazione e navigazione presso la locale Capitaneria di Porto.
La spiaggia non è molto battuta dai pescatori in quanto non è facile raggiungerla, i fondali sono molto ricchi.
In estate davanti alla cala ci sono diverse barche in sosta, si sconsiglia di pescare in questo caso.
Controllare il meteo prima di recarsi in zona, in caso di vento di libeccio o maestrale potrebbe esserci mare grosso e nessun riparo.

Note

Sentenza della cassazione in merito alla chiusura di strade private che impediscono l’accesso al mare.

In questo link trovate invece il percorso del trekking su Wikiloc.

Ti è piaciuto l’articolo? Lasciaci un commento o contattaci per segnalarci aggiunte o errori.

Articoli recenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.