Menu Chiudi

Pozzo Sacro di Santa Cristina, Paulilatino

pozzo santa cristina ingresso

Pozzo Sacro di Santa Cristina, via Santa Cristina, Paulilatino

Il Pozzo Sacro di Santa Cristina a Paulilatino è un sito archeologico stupendo, che riecheggia di antichi saperi e misteriosi riti. Astronomia, architettura, geologia e forse anche magia e religione.

Avete presente il classico nuraghe, con forma tondeggiante che spunta dal suolo con le sue enormi pietre appena sbozzate? Ecco il Pozzo di Santa Cristina è esattamente il contrario, la forma intanto è regolare, l’ingresso ha la forma di un trapezio, non spunta fuori dal terreno ma si inoltra sottoterra verso una fonte d’acqua. Per ultimo e forse questo è uno dei suoi tratti più sorprendenti, le pietre sono scolpite ed incastrate perfettamente dall’ingresso fino alla camera del pozzo, come raramente si vede in altri monumenti della Sardegna.

Costruito attorno al XI secolo avanti Cristo, si ritiene che il Pozzo Sacro di Santa Cristina fosse dedicato al culto delle acque, come tanti altri siti analoghi sull’isola. Il pozzo consiste in una gradinata in basalto che porta ad una vasca alimentata da una fonte sotterranea a circa sette metri di profondità. al di sopra della vasca è stata costruita una stanza ogivale che si ricongiunge all’esterno tramite un piccolo foro.

La perfezione della costruzione fa in modo che ancora oggi dopo più di 3000 anni dalla sua costruzione nei giorni degli equinozi di primavera e d’autunno, a mezzogiorno, il sole penetri esattamente dal vano di accesso colpendo l’acqua sul fondo del pozzo e riflettendosi sulla parete di fronte. Inoltre ogni 18 anni circa la luna si porta in una posizione tale che riesce a proiettare la sua luce attraverso il piccolo foro sopra il pozzo raggiungendo anch’essa la superficie dell’acqua nel fondo.

Dintorni del Pozzo di Santa Cristina

Accanto al Pozzo di Santa Cristina sono presenti il nuraghe e la chiesa omologhi. Non è raro infatti che ad antichi luoghi di culto ne venissero associati di nuovi dedicati alle nuove religioni. Accanto alla chiesa è presente un piccolo villaggio. Le casette costruite anticamente per ospitare monaci, vengono utilizzate nel periodo della novena prima delle feste di Santa Cristina e San Serafino (San Raffaele Arcangelo). Accanto al nuraghe sono presenti alcuni edifici, probabilmente una capanna per le riunioni e degli edifici per accogliere i pellegrini. A circa 200 metri, attorno al nuraghe sono presenti altri edifici tra cui una “casa” rettangolare simile ad una tomba dei giganti. Se ne ignora l’esatta funzione ed epoca di costruzione, il mistero è demandato ai futuri scavi archeologici.

Come arrivare

Mezzi pubblici: Il posto non è raggiungibile con i mezzi pubblici (a marzo 2021).
Auto: il pozzo sacro di Santa Cristina si raggiunge facilmente prendendo l’uscita “Santa Cristina” sulla strada SS131 nel tratto tra Macomer e Oristano, a circa 25km da entrambi i centri abitati.
Bicicletta: Non essendo possibile usare la bicicletta sulla superstrada SS131, si può raggiungere prima il centro abitato di Paulilatino e quindi da questo seguire via Santa Cristina all’uscita sud-ovest del paese. il sito archeologico dista 4,3km da Paulilatino senza ulteriori deviazioni.

Servizi

  • parcheggio gratuito
  • shop
  • informazioni turistiche
  • biglietteria online
  • zone d’ombra
  • bar-ristoro
  • visite guidate

Sito ufficiale: www.pozzosantacristina.com

Orari di apertura: dal Lunedì al Venerdì, dalle 8:30 fino al tramonto. (Temporaneamente chiuso causa COVID, fare riferimento al sito ufficiale)

Prezzo biglietto: dai 14 anni in su 5€; da 6 a 13 anni 2,5€, da 0 a 5 anni gratuito, sconti per comitive.

I dati sopra riportati si riferiscono al momento del nostro rilievo (marzo 2021), fate sempre riferimento al sito ufficiale riguardo a orari e costi.

Ti è piaciuto l’articolo Pozzo Sacro di Santa Cristina? Lasciaci un commento o contattaci per segnalarci aggiunte o errori.

Articoli recenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.